Top 10 Novembre 2015, gli articoli più letti del mese su Green Galletti.

Ecco la Top Ten degli articoli più letti nel mese di Novembre 2015 su Green Galletti.

1.- II Riesling Renano è un vitigno a bacca bianca ori­ginario della Valle Reno.

II Riesling Renano è un vitigno a bacca bianca ori­ginario della Valle Reno. Il Riesling Renano è un vitigno bianco dal quale si ottiene un vino fruttato e di carattere. Originario della Germania, si diffuse poi in Alsazia, Austria, Italia e Ungheria; oggi viene prodotto in molti luoghi del mondo, inclusa l’Australia.
Fra le regioni dove si producono i Riesling più rinomati si possono citare le vallate tedesche attraversate dai fiumi Reno, Meno, Nahe, Mosella, Saar e Ruwer. Per le caratteristiche morfologiche del territorio, i vigneti di questa regione hanno spesso forti pendenze che favoriscono l’esposizione delle piante ai raggi solari; questo dona al vino un’intensità e un bouquet molto apprezzati. Grazie alla latitudine settentrionale di questa zona e alle caratteristiche vulcaniche del territorio, il Riesling prodotto in Germania è caratterizzato dall’equilibrio tra acidità, dolcezza e contenuto alcolico.

Continua »

2.- Lo spinaccio, di costituzione robusta, antianemica e rinforzante, è proprio una pianta di ferro.

Lo spinaccio, di costituzione robusta, antianemica e rinforzante, è proprio una pianta di ferro. Gli spinaci occupano una posizione rilevante nella classifica degli alimenti con proprietà utili all’organismo umano; una scoperta molto recente attesta che gli spinaci apportano benefici alla vista. La luteina, contenuta in buona quantità nelle foglie di spinaci, ha la proprietà di penetrare nel sangue e di depositarsi negli occhi, in particolare nella retina, svolgendo così una buona azione preventiva nei confronti di molti problemi legati agli occhi, tra i quali la degenerazione maculare legata all’età.
Gli spinaci hanno dimostrato di ridurre le infiammazioni, in particolare quelle che interessano l’apparato digerente. Grazie alla ricchezza di minerali gli spinaci hanno proprietà lassative, svuotano il colon dalle tossine e proteggono il rivestimento dello stomaco; per questo apportano benefici nella prevenzione delle ulcere.

Continua »

3.- Il patè d’olive, per dare un tocco di sapore e per aromatizzare un piatto di verdure, pasta o pesce.

Il patè d’olive, per dare un tocco di sapore e per aromatizzare un piatto di verdure, pasta o pesce. Il patè di olive nere è un condimento molto usato per insaporire i primi piatti di pasta oppure può essere usato come crema da spalmare su tartine o bruschette o accompagnare con il suo profumo intenso i grissini. Il gusto deciso delle olive nere insaporisce e da corpo alle pietanze alle quali viene accostato. Le olive nere sono conosciute per le loro proprietà antiossidanti. Contengono potassio e sali minerali. Proprio per i sali minerali che contengono sono ritenute degli ottimi alimenti energetici. Potremmo dire che il patè di olive nere è patrimonio di tutte le regioni grandi produttrici di olive, come ad esempio la Liguria, la Toscana e la Sicilia, che lo preparano ognuna con le proprie varianti. Stanno per arrivare a cena i vostri amici? Date un tocco di creatività alle vostre preparazioni con questo veloce e semplice da preparare ma non per questo meno gustoso patè di olive nere!.

Continua »

4.- Rosati salentini, dal tipico sentore fruttato, da abbinare alla cucina marinara locale.

Rosati salentini, dal tipico sentore fruttato, da abbinare alla cucina marinara locale.

In un territorio caratterizzato da terre rosse che ricoprono pianori e dolci rilievi, si producono rosati immediati e gradevoli, dal tipico sentore fruttato, da abbinare alla cucina marinara locale.
II Salento, il cosiddetto “tacco” dello stivale, è de­finito da pianure, da mo­desti rilievi dei Tavoliere di Taranto e di Lecce e dalle ondulazioni delle Serre, verso l’estremità della pe­nisola.
TERRENO: è costitui­to da una base calcarea tufacea permeabile, co­perta da uno strato di de­triti di rocce calcareo-argillose, riconoscibile dal colore rosso, per la consi­stente presenza di ferro. Si rileva la mancanza qua­si totale di corsi d’acqua superficiali.

Continua »

5.- Rosmarino, un rifarne suggestivo per questa pianta costiera che ricorda il colore del mare.

Rosmarino, un rifarne suggestivo per questa pianta costiera che ricorda il colore del mare.

Secondo recenti ricerche, l’uso regolare del rosmarino mantiene giovani e, grazie al significativo apporto di ferro, migliora la circolazione sanguigna, aiutando soprattutto chi si sente privo di forze e debilitato, magari a causa di cali di pressione. Grazie ai suoi potenti antiossidanti il rosmarino svolge un ruolo protettivo dei riguardi del fegato, organo che risente più di tutti gli effetti dello stress.
Secondo uno studio condotto dall’Università di Kioto, in Giappone, il rosmarino contiene una sostanza, l’acido carnosico, che ha la proprietà di combattere i radicali liberi del cervello; questo significa che il rosmarino aiuta a prevenire l’invecchiamento celebrale.

Continua »

6.- Sbocciano i fiori, quelli del Giardino Botanico di Londra.

Sbocciano i fiori, quelli del Giardino Botanico di Londra.

Quello che negli ultimi anni sta diventando uno dei temi più di­battuti, il cambiamento climati­co, il riscaldamento della terra, sulla sponda sud del Tamigi, dieci chilometri a nord di Londra, mezz’ora di metropolitana dal centro della capitale, è una realtà che si misura con i colori, i profu­mi, le forme dei fiori. Nigel Taylor, il curatore dell’or­to botanico più famoso del mon­do, lo ha detto con chiarezza: «L’inverno non esiste più. A parte una settimana a cavallo di Nata­le, negli ultimi dodici mesi non si è mai fatto sentire.

Continua »

7.- Il vino biologico italiano, un’importante alterna­tiva di mercato.

Il vino biologico italiano, un’importante alterna­tiva di mercato.

Rappresenta ancora un prodotto di nicchia e rientra, per quantità e prezzo, in un ordine di consumo etitario. La scarsa informazione dei consumatori e gli ahi costi di distribuzione sono, tuttavia, un limite che può essere superato, utilizzando anche le numerose potenzialità offerte da Internet.Secondo la definizione dell’Ifoam (Interna­tional Federation of Organic Agriculture Move-ments), “L’agricoltura bio­logica comprende tutti i si­stemi agricoli che promuo­vono la produzione di ali­menti e fibre in modo sano dal punto di vista sociale, economico e ambientale.

Continua »

8.- Pubblicare sul tuo sito o blog un’informativa sull’utilizzo dei cookie, come previsto dalla normativa italiana, è molto semplice e, su Altervista, del tutto gratuito.

Pubblicare sul tuo sito o blog un’informativa sull’utilizzo dei cookie, come previsto dalla normativa italiana, è molto semplice e, su Altervista, del tutto gratuito.

Pubblicare sul tuo sito o blog un’informativa sull’utilizzo dei cookie, come previsto dalla normativa italiana, è molto semplice e, su Altervista, del tutto gratuito. Il 2 giugno 2015 anche in Italia entrano in vigore gli adempimenti previsti dalla normativa europea sui cookie (Cookie Law). Per questo negli ultimi mesi abbiamo collaborato con Iubenda, società leader sul tema della privacy web, per offrirti una soluzione semplice e gratuita per informare i tuoi visitatori, come richiesto da Garante della privacy.

Continua »

9.- Istruzioni e Consigli per valorizzare la bellezza della Stella di Natale.

Istruzioni e Consigli per valorizzare la bellezza della Stella di Natale.

Nella Stella di Natale è possibile trovare esemplari bianchi, crema, rosa, salmone, nonché nelle tonalità del viola, del giallo e naturalmente del rosso. La varietà di colori non è il loro unico vantaggio. Sono sempre più resistenti e si adattano alla perfezione a vivere in interni. Di certo si avrà una stella di Natale in casa in questo periodo. È il simbolo di eventi festivi e non soltanto in Italia. I vivai e i fiorai ne sono pieni e l’offerta fa sì che i prezzi salgano alle stelle.

Continua »

10.- Piante medicinali in fitoterapia.

Piante medicinali in fitoterapia.

Le piante medicinali hanno una diversità biochimica molto più ricca degli animali e almeno i quattro quinti dei metaboliti secondari oggi conosciuti sono di origine vegetale. La spiegazione di questo fenomeno risiede probabilmente nel fatto che le piante sono vincolate al suolo e devono evolvere una molteplicità di meccanismi di adattamento. I prodotti del metabolismo secondario sono in pratica gli intermediari con cui gli organismi vegetali comunicano con l’ambiente che li circonda, con lo scopo di trovare le condizioni più adatte per poter vivere, convivere, sopravvivere e riprodursi.

Continua »

Se ti è piaciuto l’articolo , iscriviti al feed cliccando sull’immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-285x244

 

Lascia un commento

*