Rosmarino, un rifarne suggestivo per questa pianta costiera che ricorda il colore del mare.

rosmarino_big108201011152

In un clima mediterraneo, il profumatissimo, sempreverde ro­smarino, che può superare i 2 metri d’altezza e diametro, fio­risce e rifiorisce con gran diletto delle api, che fanno bottino di polline e nettare.

Col­tivato nell’esilio del Nord, invece, dimen­sioni, fioritura, aroma e proprietà terapeutiche si dimezzano, pur non alterando le qualità ornamentali. Il rosmarino vive bene sia in giardino, in piena terra, (per esempio a ridosso d’un muro volto a Sud) che in vaso sul balcone, e malgrado le sue origini “calde” sopravvive all’inverno sen­za dare troppi problemi.

LE VARIETÀ.
Sono numerose, e un vivaio ben fornito in merito è Monverde di Brebbia in provin­cia di Varese che vende anche per posta. Qualche consiglio. Se avete intenzione di far crescere una bordurina scegliete una varietà nana (altezza 50 cm); per una sie­pe chiedetene invece una di buon svilup­po (altezza 120-150 cm).

In ogni caso pian­tate gli esemplari distanziandoli di mezzo metro e potateli a fine inverno. Perfetta da isolare vicino a una panca o a un mu­ro è la varietà piramidale, che ha porta­mento contenuto, svettante, mentre se vi serve una pianta che si espanda più in lar­ghezza che in altezza il rosmarino pro­strato (altezza circa 30 cm, fino a un me­tro di diametro) fa al caso vostro. Infine per un gruppo misto-colore in clima mi­te, rosmarini a fiore bianco, rosa, malva.

rosmarino

Volete una pianta densa di rami e di foglie? Coltivatela in terreno grasso, an­naffiatela in abbondanza, tagliate in con­tinuazione le punte dei rami per non la­sciarla fiorire, proteggetela sotto il “tes­suto non tessuto” durante i mesi invernali.

Preferite una pianta ben aromatica e di ricca fioritura? Coltivatela in terreno magro, a pieno sole, annaffiatela poco, non tagliate le punte dei rami; in feb­braio e in agosto somministrate un fer­tilizzante fosfo-potassico (per orto e frut­tiferi in genere).

Desiderate “un mare” di rosmarini? In primavera-estate strappate dalla pian­ta che già possedete dei rametti giovani e metteteli in un bicchiere d’acqua (senza mai cambiarla); interrate quelli a cui spun­tano le radici quando queste sono lunghe quanto un’unghia. In inverno: interrate in un vaso i rametti legnosi comprati dal­l’ortolano dopo averli defogliati per metà della lunghezza. Ma dovrete essere pazienti e aspettare fino alla successiva estate, quan­do compariranno i nuovi germogli, per es­sere certe dell’avvenuta radicazione.

L’aperitivo: 4 cucchiai di foglioline fresche di rosmarino, 1 cucchiaio di foglie fresche di salvia, 1 cucchiaio di miele, 1 litro di vino rosso. Mettete in un pirex, scaldate a bagnomaria per mezz’ora, lasciate raffreddare, filtra­te, imbottigliale.

L’acqua di bellezza: preparate un infuso versando su una manciata di fiori e foglie fresche e contuse di ro­smarino un litro d’acqua bollente. La­sciate raffreddare, filtrate e conserva­te in frigo. Questa “lozione” ser­ve per detergere la pelle impura, sciacquare la bocca per rinforzare le gengive, umettare piaghe e scottature per favorirne la cicatrizzazione.

rosmarino-1

UNA MANCIATA DI RICETTE.
Il sale per la bistecca: 1 cuc­chiaio di foglie fresche di rosmarino, 1 cucchiaio d’aglio tritato, 1 foglia sec­ca e spezzettata di alloro, qualche gra­no di pepe bianco. Mescolate il tutto in mezzo chilo di saie marino, ripone­te in un vaso a chiusura ermetica. Pol­verizzate la quantità necessaria sulla carne cotta ai ferri.

I fiori nel ghiaccio: mettete dei fiori freschi dì rosmarino nel portacubetti di ghiaccio, colmate le vaschette con acquee limone, e congelatele. Con s i cubetti al rosmarino e timone tuffali ^§ in una caraffa potrete raffreddare e * £ aromatizzare del vino bianco o guarnire il gelato alfe champagne.

Ricette con il rosmarino:

1.- Gnocchetti bianchi alla crema di parmigiano e rosmarino e chutney alle cipolle.

Gnocchetti bianchi alla crema di parmigiano e rosmarino e chutney alle cipolle

2.- Risotto alla zucca e rosmarino in sfoglia.

Risotto alla zucca e rosmarino in sfoglia

3.- Pagnotta al rosmarino in foglie di castagno.

Pagnotta al rosmarino in foglie di castagno

4.- Filetto di maiale al tè verde, melanzane agrodolci e crema di patate e rosmarino.

Filetto di maiale al tè verde, melanzane agrodolci e crema di patate e rosmarino

5.- Albicocche allo sciroppo con rosmarino.

Albicocche allo sciroppo con rosmarino

6.- Rana pescatrice con pancetta su spiedini di rosmarino.

Rana pescatrice con pancetta su spiedini di rosmarino

7.- Noce di manzo al rosmarino.

noce al rosmarino

8.- Orzotto alla zucca con mandorle e rosmarino

Orzotto alla zucca con mandorle e rosmarino

9.- Nocette di coniglio in padella al vino bianco e rosmarino.

Nocette di coniglio in padella al vino bianco e rosmarino

10.- Salmone “impanato” al rosmarino.

Salmone impanato al rosmarino

Se ti è piaciuto l’articolo , iscriviti al feed cliccando sull’immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-285x244

Print Friendly, PDF & Email
 
Precedente Il vino biologico italiano, un'importante alterna­tiva di mercato. Successivo Rosati salentini, dal tipico sentore fruttato, da abbinare alla cucina marinara locale.

2 thoughts on “Rosmarino, un rifarne suggestivo per questa pianta costiera che ricorda il colore del mare.

  1. argentinatour il said:

    Il rosmarino è l‘erba aromatica essenziale per dare vita a un orto in vaso ricco e rigoglioso: tra tutte le piante una delle più resistenti e profumate, utilissimo in cucina e in molti altri rimedi naturali. Ecco una guida completa per coltivarlo in vaso sul balcone, non farlo seccare e riuscire a creare tantissime piantine da regalare agli amici!
    https://www.youtube.com/watch?v=Yaxiu6nUCBc

     

Lascia un commento

*